Sirsasana verticale sulla testa si comincia da Balasana (Posizione del bambino) poi in posizione quadrupedica.

Sirsasana – verticale sulla testa

Asana Capovolte

Comincia da Balasana (Posizione del bambino) poi portati in posizione quadrupedica.

Appoggia i gomiti a terra, distanti tra loro quanto l’ampiezza delle spalle, porta avanti gli avambracci e intreccia le dita delle mani a coppetta, di taglio; lì appoggia la parte anteriore della fontanella, che arriverà perpendicolare a terra, mantenendo neutra la spina cervicale .

Espirando punta i piedi e spingi gli ischi verso l’alto, stendendo le gambe. Le spalle vogliono andare verso gli ischi, pettorali attivi.

Cammina con i piedi verso l’addome fino a portare il bacino allineato sopra la testa. Premi a terra con avambracci e gomiti; le spalle vogliono allontanarsi dalle orecchie. Se fino a questo momento ti sei aiutato usando il tuo addome e i piedi, ora sentirai che questi ultimi tenderanno a salire , insieme alle gambe, in line con il busto,. Sali flettendo le ginocchia al petto per poi distendere le gambe alla perpendicolare, o sollevarle stese e vicine verso l’alto.

 Apri il centro del petto senza incurvare le lombari. Resta in posizione per qualche respiro, cercando Di mantenere l’equilibrio, poi scendi, raggiungendo, una gamba per volta, la terra.

Effetti della posizione Sirsasana

Riduce il carico gravante sulle vertebre lombari e le riallinea

Favorisce il ritorno venoso dagli arti inferiori e dal bacino;

 ossigena viso e la retina, con beneficio per il sistema visivo e per l’udito.

I visceri, i genitali e gli organi addominali, in particolare il fegato, vengono sollecitati; è  benefica per la digestione, circolazione, ossigenazione dei tessuti,

Il cervello viene irrorato di sangue arterioso ed i capillari conservano o ritrovano la loro naturale elasticità, garantendo una circolazione ottimale

Aiuta in caso di cefalee ed emicranie.

Agisce sull’ipofisi, quindi su tutto il sistema endocrino contribuendo a regolare il metabolismo ed il peso corporeo.

Attenzione, concentrazione, memoria sono stimolate, la mente si fa più limpida

La postura inversa infine influisce anche sulla respirazione: tutti i polmoni sono irrorati

Controindicazioni

La posizione sulla testa va sicuramente evitata in caso di ipertensione arteriosa significativa,arteriosclerosi, rischio di distacco di retina, glaucoma o gravi affezioni del tratto cervicale.

In presenza di congiuntivite, otite o altre affezioni infiammatorie dell’orecchio è bene sospendere; in presenza di un fischio nelle orecchie persistente, di una forte emicrania o di una sensazione di soffocamento, interrompete la pratica.

Sirsasana

Massimiliano Cadenazzi

sono Jigyasa Hamsa Jacob Massimiliano Cadenazzi, insegnante yoga, kinesiologo, terapista in ayurveda, terapista in thai yoga massage, specializzato in fitoterapia e fiori di Bach, Certificato internazionale in PNL.

Lead Trainer e responsabile dei corsi di formazione per insegnanti Yoga certificato CONI CSEN

Scopri tutti i post

aggiungi il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Massimiliano Cadenazzi

sono Jigyasa Hamsa Jacob Massimiliano Cadenazzi, insegnante yoga, kinesiologo, terapista in ayurveda, terapista in thai yoga massage, specializzato in fitoterapia e fiori di Bach, Certificato internazionale in PNL.

Lead Trainer e responsabile dei corsi di formazione per insegnanti Yoga certificato CONI CSEN

Rimani sempre aggiornato

× Possiamo chattare?